Lavorazioni

LAVORAZIONE ARTIGIANALE

La calzatura è uno dei prodotti di abbigliamento che richiede il maggior numero di fasi di lavorazione e, allo stesso tempo, conta circa 40 componenti per la sua realizzazione.

E’ per questo che soltanto un artigiano di grande esperienza riesce a dare vita ad un prodotto di qualità, conosce ogni singolo passaggio e ogni singolo componente minuziosamente.

Le sue mani esperte sanno riconoscere pregi e difetti di un pellame, sanno scegliere il miglior taglio per ogni lavorazione e sanno plasmarlo sulla forma.

La lavorazione industriale permette di produrre grandi quantitativi in poco tempo, garantisce spesso che tutti i prodotti siano identici l’uno con l’altro, ma allo stesso tempo li priva di un’anima e di segni distintivi.

Un artigiano sa bene che è impossibile garantire che un paio di scarpe sia identico all’altro perché, ad esempio, ogni singolo pellame possiede le sue uniche caratteristiche, le sue linee e tratti distintivi che lo rendono unico.

Capire la differenza tra un prodotto industriale ed uno artigianale apre gli occhi difronte ad un mondo che è ricco di cose uniche, ma non sappiamo apprezzarle, tendendo ad equalizzare tutto in linea con le esigenze della società moderna.


IL VALORE DEL MADE IN ITALY

Cosa vuol dire davvero “Made in Italy” e perché la maggior parte dei produttori si affanna nel tentativo di far passare come prodotto italiano uno che non lo è?

L’Italia pur non essendo un territorio vasto, è ricco di molteplici differenze già spostandosi da città in città. L’Italia è ricca di tradizioni millenarie, che si tramandano di generazione in generazione, e che la rendono ancora oggi unica e inimitabile.

Avvalersi di manodopera italiana e utilizzare i materiali prodotti in questo territorio, vuol dire proseguire quelle tradizioni millenarie, vuol dire non uniformarsi al mercato, vuol dire cercare l’unicità al posto della quantità, vuol dire scovare quel particolare dettaglio che rende immediatamente riconoscibile quel determinato prodotto.

Ecco perché fregiarsi di questa “etichetta” è così importante, ma solo pochi lo fanno con merito.
Velathri Calzature sposa in pieno questa filosofia, dove il cliente pagherà il prodotto per quello che davvero vale.


PELLE CONCIATA AL VEGETALE

La pelle conciata al vegetale è caratterizzata dall’utilizzo di tannini naturali provenienti da alberi e piante, che vengono impiegati durante il lento processo di trasformazione da pelle grezza in cuoio, e quindi non nocivi per l’ambiente.

Allo stesso tempo, l’assenza di cromo, nichel e altre sostanze tossiche, fanno sì che questo particolare pellame sia indicato per persone allergiche ai metalli pesanti.

Il processo di lavorazione di questo pellame è una tradizione artigianale che si tramanda da generazioni, per questo si sposa in pieno con la filosofia di Velathri.

La pelle conciata al vegetale assorbe le tracce del vissuto, invecchia, ma non si rovina. Sono proprio i cambiamenti e le personalizzazioni che avvengono col tempo e con l’uso a testimoniare la naturalezza del prodotto. Le colorazioni dei tannini conferiscono col tempo calde tonalità al pellame, che tendono a riaffiorare in superficie con l’uso.

I prodotti con pelle conciata al vegetale sono contrassegnati da un’etichetta che riporta la loro provenienza ed il loro rispettivo numero di serie.

Esiste infatti un consorzio della pelle conciata al vegetale qui in Toscana, che fornisce a tutte le aziende che utilizzano questo particolare prodotto, il cartellino di garanzia anti-contraffazione, che ne certifica l’autenticità.

PRODOTTI IN PELLE AL VEGETALE >


PELLE TRAFORATA

Alcuni modelli Velathri vengono realizzati con pellami traforati. Questo tipo di pellame non è in realtà traforato completamente, ma soltanto in superficie.

Oltre al piacevole effetto visivo si può notare una notevole leggerezza e malleabilità del pellame, che tende ad ammorbidirsi con l’utilizzo, garantendo un elevato comfort.

PRODOTTI IN PELLE TRAFORATA >